Cronaca Brescia 2 / Via Rodi

In ritardo per colpa dei bus: decine di studenti restano fuori da scuola

È successo martedì mattina all’istituto Golgi di Brescia: una trentina di ragazzi hanno protestato fuori dalla scuola di via Rodi

Foto d'archivio

Sono arrivati in ritardo, anche se di pochi minuti, e hanno trovato i cancelli della scuola ben serrati. Decine di studenti, martedì mattina, sono rimasti sul marciapiede fuori dall’istituto Golgi di via Rodi a Brescia. E non sono mancate le proteste e le polemiche.

Una circolare, firmata dalla dirigente Francesca D’Anna, dispone infatti la chiusura dei cancelli alle 8, rendendo di fatto impossibile l’accesso ai ritardatari. Anche a quelli che abitano in provincia, che per arrivare a scuola prendono i mezzi pubblici. 

La dirigente scolastica ha ribadito che spetta ai ragazzi organizzarsi per arrivare puntuali in classe: in caso di ritardo dei mezzi pubblici devono telefonare per avvisare, come fanno coloro che arrivano da paesi molto lontani dalla città, come Montisola.

Nessuna deroga al regolamento, per ragioni di sicurezza, pare: a detta della preside la scuola sarebbe in contesto a rischio per via dello spaccio di droga e le norme anti-covid- non hanno certo facilitato il compito di vigilare sull' ingresso e l'uscita dei ragazzi.  

Ragion per cui la dirigente scolastica non ammette deroghe: i cancelli si chiudono alle 8 e chi è in ritardo resta fuori. Un rigore giudicato eccessivo dagli studenti, ma anche da alcuni genitori.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In ritardo per colpa dei bus: decine di studenti restano fuori da scuola

BresciaToday è in caricamento