Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Bovegno

Inciampa e batte la testa, padre trovato morto dai figli

La tragedia martedì sera poco prima delle 20

Sorpreso da un temporale mentre tagliava e sistemava la legna nel campo di sua proprietà, a pochi passi da casa, sarebbe inciampato e caduto sul terreno già viscido: ha battuto la testa sulle rocce, è caduto riverso nel greto del torrente Zurlo, che scorre lì ha fianco. Preoccupati perché non era rientrato per l'ora di cena, i figli sono andati a cercarlo e così l'hanno trovato: ormai era già morto.

L'incidente

È quanto capitato martedì sera a Giuseppe Zanardelli, 70 anni di Bovegno: da una vita alla Graticelle, dopo la meritata pensione dedicava anima e corpo al campo di sua proprietà. Anche martedì pomeriggio si era rimboccato le maniche e si era messa a tagliare e sistemare la legna: quello che è successo dopo è al vaglio dei carabinieri di Gardone Valtrompia, intervenuti rilievi. Ma non ci sarebbero dubbi sulla morte accidentale: la salme, dopo il nulla osta della magistratura, è stata già riconsegnata ai familiari che potranno così organizzare i funerali.

I soccorsi

Ancora prima delle 20 è stato dato l'allarme al 112, dai figli stessi di Zanardelli: la centrale operativa ha inviato sul posto l'automedica, l'ambulanza dei volontari di Marcheno, il Soccorso alpino della Valtrompia, l'elisoccorso decollato da Sondrio, i Vigili del Fuoco. Ma i sanitari e i tecnici intervenuti non hanno potuto fare altro se non dichiararne il decesso. La comunità intera si stringe alla famiglia, alla moglie e ai tre figli di Giuseppe Zanardelli, classe 1950: tutti si conoscono a Graticelle, tutti ora piangono la sua improvvisa scomparsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inciampa e batte la testa, padre trovato morto dai figli
BresciaToday è in caricamento