Cronaca Salò

Morto benzinaio di paese, era amato da tutti: "Ora viaggi su altre strade"

Si è spento a 54 anni dopo una lunga malattia

Lo conoscevano tutti, proprio tutti: e tutti lo ricordano per la sua simpatia. È morto a 54 anni, dopo una lunga malattia, Giuseppe Siervo detto "Il benzinaio", soprannome che anche i familiari hanno riportato nel necrologio. Era il benzinaio della stazione di servizio delle Zette di Salò, a fianco del ristorante Adamello: crocevia di automobilisti, residenti e turisti di passaggio.

Il funerale è stato celebrato lunedì a Bedizzole. Lo piangono la moglie Sonia, il figlio Samuel, la mamma Carolina, la sorella Sofia con Antonio, il fratello Nicola con Laura, zia Assunta con Gianni, i suoceri Martino e Liliana, zio Antonio con Giuseppina, zia Anna con Domenico, i nipoti Sara, Nicodemo, Simone e Isabella.

Il ricordo

Così lo ricorda l'amico Sergio Leali, ex sindaco di Puegnago: "Il benzinaio sopra le Zette ora viaggia su altre strade. La stazione di servizio è indispensabile per l'esistenza di tutte le nostre attività: tanto più quanto è gestita con simpatia. Spesso è il primo contatto umano quando si arriva o si transita in un luogo: Giuseppe era la porta dell'Italia mediterranea, come lo è il Garda per i turisti d'oltralpe. Il suo sguardo disincantato, il sorriso e la disponibilità segnavano l'appuntamento periodico con il rifornimento di carburante, per gli abitanti della zona. Con un manto di tristezza per le sofferenze che hai patito, ti giunga il saluto dei tanti che hanno avuto simpatia per te. Un abbraccio ai familiari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto benzinaio di paese, era amato da tutti: "Ora viaggi su altre strade"
BresciaToday è in caricamento