Professore, avvocato, giudice: si è spento Giuseppe Frigo, padre del giusto processo

Il penalista bresciano e giudice della Corte Costituzionale ha combattuto in prima fila tutte le battaglie per il garantismo. L'ultimo saluto martedì, alle 10.30, nella chiesa del Buon Pastore.

Giuseppe Frigo

Lutto nel mondo della giurisprudenza italiana: si è spento, all'età di 84 anni, Giuseppe Frigo. Il cuore del noto avvocato penalista, professore e giudice, si è fermato sabato sera in un letto dell'ospedale Poliambulanza, nella sua Brescia. Da tempo lottava contro una malattia.

Leader storico dell'Unione delle Camere penali - di cui è stato presidente dal 1998 al 2002 - ha combattuto in prima fila tutte le battaglie portate avanti nel nome del garantismo. Eletto giudice della Corte Costituzionale nell'ottobre del 2008, fu uno dei padri dell’inserimento in Costituzione del principio del giusto processo, della parità tra accusa e difesa, sancito dall'articolo 111.  Ha fatto parte dell'organo di garanzia costituzionale per 8 anni: proprio la malattia che lo affliggeva lo aveva costretto a lasciare, nel novembre del 2016.

Cominciò la sua brillante carriera da avvocato - dopo la laurea in giurisprudenza conseguita con lode a soli 22 anni -  negli anni '60, acquistando lo studio legale che fu di Giuseppe Zanardelli. Si era occupato tra gli altri del sequestro Soffiantini e della revisione del processo di Adriano Sofri, condannato per l'uccisione del commissario Luigi Calabresi.

La notizia della sua scomparsa si è diffusa rapidamente e i messaggi di cordoglio si sono moltiplicati. Così lo ha voluto ricordare Emilio Dal Bono, sindaco di Brescia, su Facebook:

 “Un grande professionista, un uomo retto, giurista e avvocato di grande spessore. La morte dell’avvocato Giuseppe Frigo è una perdita per il mondo dell’avvocatura italiana e per il Paese intero. Mi stringo ai famigliari, certo di rappresentare l’affetto di tutta la città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Centinaia di persone sono attese per l'ultimo saluto che sarà celebrato alle 10.30 di martedì nella chiesa parrocchiale del Buon Pastore in viale Venezia. Il noto penalista lascia la moglie Paola e le figlie Alessandra ed Elena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Tentato suicidio a scuola: ragazzina si butta dal balcone

  • Nel Bresciano 35 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

  • Coprifuoco in tutta la Lombardia, ok del governo: dalle 23 stop attività e spostamenti

  • Brescia: è morto il papà di Francesco Renga, aveva 91 anni

  • Covid, nuova ordinanza della Regione per locali, sport, Rsa e scuole: cosa cambia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento