rotate-mobile
Cronaca Palazzolo sull'Oglio

Dramma in azienda: imprenditore muore incastrato in un macchinario

Era al lavoro nella sua officina quando è rimasto impigliato in un macchinario

Un altro dramma sul lavoro in Lombardia, a pochi chilometri dai confini bresciani: è il 79enne Giuseppe Finazzi la vittima dell'infortunio mortale che si è consumato domenica sera nella zona industriale di Telgate. Finazzi nel tardo pomeriggio aveva raggiunto la sua officina, dove avrebbe dovuto concludere un ordine. E' qui che sarebbe rimasto impigliato con i vestiti in un macchinario, che lo ha trascinato con sé fino alla morte.

Sono stati i familiari a dare l'allarme al 112: preoccupati per il mancato rientro, intorno alle 20.30 hanno raggiunto l'officina e si sono trovati davanti al corpo senza vita del povero Giuseppe. A nulla sono valsi, purtroppo, i disperati tentativi di rianimarlo: all'arrivo dei soccorsi era già morto.

L'arrivo dei soccorsi

Sul posto l'automedica e un'ambulanza della Croce Rossa di Palazzolo, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri: trattandosi di infortunio sul lavoro, come da prassi, i rilievi sono stati affidati ai tecnici del Psal, il servizio di Prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro di Ats. La salma è a disposizione dell'autorità giudiziaria, che potrebbe disporre ulteriori accertamenti.

Non si può escludere, infatti, che Finazzi possa essere morto di un malore: forse per lo spavento nel momento in cui i vestiti si erano impigliati nel macchinario. Ma saperlo conta poco, purtroppo: resta il grande dolore di una famiglia, e dell'intera comunità che conosceva bene il 79enne (abitava a Chiuduno). Una vita per il lavoro, fino all'ultimo respiro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma in azienda: imprenditore muore incastrato in un macchinario

BresciaToday è in caricamento