Valtenesi: addio all’imprenditore agricolo Giovanni Mazzoldi

Giovanni Mazzoldi si è spento lo scorso sabato, all'età di 75 anni. È stato presidente della cooperativa agricola San Felice e dell'Aipol, oltre ad aver lavorato tenacemente per far ottenere il marchio Dop all'olio gardesano

Una vita trascorsa tra gli ulivi e il frantoio, completamente dedicata a valorizzare una delle eccellenze gardesane: l'olio d'oliva. Giovanni Mazzoldi viene ricordato con stima e affetto a San Felice del Benaco e Raffa di Puegnago: agricoltore instancabile e lungimirante, si è spento lo scorso sabato all'età di 75 anni.

Oltre ad aver ricoperto il ruolo di presidente della cooperativa agricola di San Felice del Benaco, è stato presidente dell'Aipol e uno dei promotori della rassegna gastronomica 'Valtenesi con Gusto'. In tanti lo ricordano per l'impegno profuso nella battaglia per far ottenere all'olio gardesano il marchio Dop, che ha dato riconoscimento, tutela e sviluppo economico alla olivicoltura del Benaco.

La notizia della sua scomparsa ha addolorato molte delle realtà con cui Giovanni Mazzoldi, detto 'Nanni', ha collaborato negli anni. Diversi i messaggi di cordoglio su Facebook:

"Un vecchio contadino valtenesino capace di visioni proiettate nel futuro, legato alla sostanza della tradizione ma propulsore di uno sviluppo dell'olivicoltura gardesana e spesso un passo più avanti di tanti tecnici e operatori ben più titolati", così lo ricordano gli organizzatori di 'Valtenesi con Gusto'

"Tutti i giorni, tutte le ore, senza sosta. Una vita interamente dedicata all'olio con lo sguardo sempre al futuro. Giovanni Mazzoldi ha dato un forte impulso all'olivicoltura gardesana. Tra i suoi meriti, in particolare, il tenace impegno nell'ottenimento della DOP e l'ambizioso risultato di riunire in un unico consorzio di tutela le tre regioni: Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige. Il premio alla carriera è un segno di gratitudine e riconoscenza: per averci creduto con costanza e per aver stimolato anche le nuove generazione a mantenere saldo l'amore per l'olio e la cura del territorio": con le parole utilizzate per conferire il premio alla carriera nel 2012, il Consorzio dell'olio del Garda ha così ricordato l'agricoltore gardesano. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

Torna su
BresciaToday è in caricamento