menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna deceduta al Civile, Sartori: "Una tragedia devastante per tutti"

Il ginecologo Enrico Sartori, direttore del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale Civile di Brescia, ha commentato la notizia della morte di una giovane madre e del feto che portava in grembo, all'ottavo mese di gravidanza

"Già di per sè è drammatico che muoia una donna di appena trent'anni. Se, poi, questa donna è in attesa di un bambino, è ancora peggio". Sono parole pronunciate da Enrico Sartori, direttore del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale Civile di Brescia, in un intervista pubblicata sulle colonne del Giornale di Brescia. 

Al medico è stato chiesto un commento sulla tragica notizia della morte di Giovanna Lazzari e della bambina che portava in grembo. Dalle sue parole si comprende il dolore profondo che lui, e i medici che hanno seguito il caso, hanno provato, dolore accompagnato dalla frustazione per non avere potuto salvare due giovani vite, nonostante tutte le azioni intraprese seguendo scrupolosamente i protocolli.

"Sì, è vero, ci sono le statistiche, ci sono i report sulla mortalità materna che parlano di un'incidenza da non sottovalutare, anche se sono stati seguiti tutti i passaggi medici richiesti dalle specifiche situazioni. Ma sono numeri, che si possono spiegare con le complicanze e con gli imprevisti". Continua Sartori: "Quel che resta, è la tragedia: per tutti noi, indipendentemente dal fatto che siano state seguite tutte le procedure richieste dalle condizioni di madre e feto, la morte di una donna gravida è una pesantissima sconfitta. Accade, ma non dovrebbe".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento