Sparano a prostitute e trans, allarme anche nel Bergamasco

A denunciarlo l'associazione Fondazione Gedama Onlus: "Alcune ragazze della zona di Filago e Brembate ci hanno riferito di aver avuto una grande paura quando, da una macchina, sono partiti degli spari"

"Non solo a Verona, ma anche a Bergamo sparano contro trans e prostitute". E' quanto denuncia in un comunicato la Fondazione Gedama Onlus di Ponte San Pietro, attraverso la propria 'Unità Strada Libera'.

"L'Unità - si legge nella nota - percorre dal 1998 le strade di Bergamo e provincia per instaurare una relazione significativa con le persone costrette o meno alla prostituzione con l'intento di accompagnarle verso una liberazione dalla schiavitù, comunque della prostituzione, e una rinascita personale almeno a una vita normale".

"Questa settimana - aggiungono - alcune ragazze della zona di Filago e Brembate ci hanno riferito di aver avuto una grande paura quando, da una macchina, forse guidata da giovani, sono partiti degli spari diretti a loro. Sono state colpite da una scarica di pallini di gomma che le ha colpite in più parti del corpo procurando dolore e per fortuna non arrecando dei guai peggiori". Le giovani - secondo quanto riferito - non hanno sporto denuncia perché non in regola con il permesso di soggiorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento