Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Bagolino

Appalti pilotati: arrestato Giorgio Pezzarossi, ex vicesindaco di Bagolino

Danila Benini, responsabile dell'ufficio tecnico del Comune, è stata invece sospesa dai pubblici uffici per 6 mesi

Foto d'archivio

Giovedì mattina, i carabinieri della Compagnia di Salò hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare emessa dal gip di Brescia, su richiesta della Procura, a carico dell'ex vicesindaco di Bagolino Giorgio Pezzarossi (finito ai domiciliari) e della responsabile dell'ufficio tecnico del Comune Danila Benini (sospesa dai pubblici uffici per 6 mesi). I due sono ritenuti responsabili dei reati di turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e peculato.

Stando a quanto riportano i militari, gli indagati avrebbero condizionato l’andamento di una gara di appalto per l’affidamento dei servizi di igiene ambientale per il Comune, poi conclusasi con l’assegnazione ad un'associazione della quale uno degli indagati era stato presidente, fino a pochi giorni prima della pubblicazione del bando di gara.

Pezzarossi e Benini avrebbero inoltre favorito l'affidamento, sempre alla medesima associazione, dei servizi di pulizia delle acque superficiali del lago, che il Comune di Bagolino gestiva su incarico della Provincia.

Le attività investigative, partite nel 2019, sarebbero supportate da riscontri documentali e attività tecniche, che avrebbero permesso "di raccogliere numerosi e precisi elementi a carico degli indagati", fanno sapere ancora i carabinieri. Nei prossimi giorni i due saranno sottoposti ad interrogatorio di garanzia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti pilotati: arrestato Giorgio Pezzarossi, ex vicesindaco di Bagolino

BresciaToday è in caricamento