Cronaca Cellatica

Più di 1000 interventi straordinari: se ne va un luminare della medicina

Si è spento a 92 anni il professor Giorgio Brunelli, considerato un luminare della medicina. Lunedì pomeriggio a Cellatica i funerali

Senza dubbio, un luminare della medicina: studioso e ricercatore oltre che medico e chirurgo, docente all'università e primario in ospedale. Si è spento a 92 anni nella sua casa di Forte dei Marmi: classe 1925, Giorgio Brunelli era nato a Parma, ma si era trasferito a Brescia ancora giovanissimo, non ancora ventenne. E proprio a Brescia ha lasciato i ricordi più belli, i ricordi di una vita intera dedicata allo studio delle malattie, alla cura degli altri.

Un precursore riconosciuto nel mondo medico italiano e internazionale: fu lui per primo, nel 1973, ad eseguire il reimpianto completo di un arto, quando già lavorava al Civile. Venne definito alla stregua di un miracolo: il piccolo Luciano, che all'epoca aveva 13 anni, aveva perso il braccio che gli era stato “strappato” dalla lavatrice industriale della lavanderia di famiglia.

Fu il primo, ma non l'ultimo: nella sua lunga, lunghissima carriera il professor Brunelli ha portato a termine quasi un migliaio di interventi simili. Non solo. Dopo aver inaugurato con successo una nuova generazione di interventi di protesi all'anca – erano gli anni '60, lui primario all'ospedale di Chieti – negli anni '80 cominciarono gli interventi sperimentali sulle lesioni del midollo spinale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di 1000 interventi straordinari: se ne va un luminare della medicina

BresciaToday è in caricamento