E' stato un topo la causa dell'esplosione di Isorella

Secondo la ricostruzione finale svolta dai Vigili, che sarà consegnata oggi al sostituto procuratore Ambrogio Cassiani, il tubo presenta un buco piuttosto evidente dovuto alla rosicatura di un roditore, quasi sicuramente un topo

È stato un topo a causare la morte di Gianni Medini, 64 anni e la moglie Anna Pedrini di 58. I Vigili del Fuoco sono riusciti a ritrovare il tubo di gomma che collegava l’allacciamento del metano al fornello nell'abitazione di via Umberto I, al numero 3.

Secondo la ricostruzione finale svolta dai Vigili, che consegneranno oggi al sostituto procuratore Ambrogio Cassiani, il tubo presenta un buco piuttosto evidente dovuto alla rosicatura di un roditore, quasi sicuramente un topo. Il tubo era stato installato nel 1994 e da allora non era stato più sostituito, né fatta alcun tipo di manutenzione. Inoltre, la valvola di sicurezza del gas era stata lasciata aperta.

Il metano è continuato a uscire dal foro per tutta la notte. Poi, la mattina la signora Pedrini dev’essere scesa in cucina ad accendersi una sigaretta, come faceva abitualmente, e la scintilla dell’accendino ha innescato la deflagrazione.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento