rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

La medicina piange il suo maestro: morto ex primario del Civile

Aveva 94 anni Gianni Giustina, ex primario della Seconda medicina del Civile: è stato anche professore all'università. Mercoledì i funerali

Padre esemplare, maestro e uomo di scienza, medico di straordinaria umanità: verrà ricordato così il professor Gianni Giustina, morto domenica a 94 anni nell'abbraccio dei suoi familiari. I funerali saranno celebrati mercoledì pomeriggio, dalle 13.45 nella parrocchia della Santissima Trinità di Brescia: il corteo funebre partirà dall'obitorio del Civile, dove da lunedì mattina è stata allestita la camera ardente.

Lo piangono i figli Andrea, con Simonetta e Alessandro, e Irene con Vittorio: la famiglia ringrazia “per le amorevoli cure” la dottoressa Simonetta Bossoni e tutto il personale della Terza Medicina del Civile, il dottore Mauro Doga e la signora Maria.

Primario in ospedale e professore in università

Era un volto più che noto della medicina bresciana, lombarda e italiana. Da circa 20 anni si godeva la meritata pensione, dopo una vita dedicata alla professione: ha lavorato per decenni al Civile, dove è stato primario della Seconda Medicina. 

Ma ha lasciato un segno indelebile anche all'università di Brescia, dove è stato professore ordinario di Medicina interna: ha insegnato anche a Parma e Milano. Viene ricordato anche per il suo impegno in ambito scientifico, le ricerche in endocrinologia e per le patologie speciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La medicina piange il suo maestro: morto ex primario del Civile

BresciaToday è in caricamento