rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Malore all'interno di un pozzo: operaio muore all'ospedale Civile

La tragedia dopo una settimana di agonia

Non ce l'ha fatta il 44enne Gianfranco Corso, uno dei due lavoratori che – nella giornata di mercoledì 30 agosto – avevano accusato un malore all'interno di un pozzo fondo 9 metri, situato in un cantiere allestito al santuario della Madonna di San Polo a Lonato. 

La tragedia

Stando a quanto ricostruito dai vigili del fuoco, gli operai erano rimasti intrappolati nel pozzo, dopo che uno dei due aveva accusato un malore dovuto alla presenza di gas sul fondo della cavità (nonostante indossasse la mascherina). A quel punto, l'operaio rimasto in superficie era prontamente intervenuto, calandosi per aiutare il collega colpito dal principio d'asfissia ma accusando a sua volta da un forte malessere, probabilmente provocato dalle emissioni di acido solfidrico.

Per riportare in superficie i due lavoratori erano poi intervenute tre squadre dei vigili del fuoco, con gli specialisti del nucleo speleo-alpini-fluviale. Una volta estratti, erano stati affidati alle cure dei sanitari del 118 – sopraggiunti a bordo di diverse ambulanze e dell’elisoccorso – e poi trasferiti al Civile di Brescia e al Papa Giovanni di Bergamo. 

Dopo una settimana di agonia, Gianfranco Corso è spirato nella notte appena trascorsa nel nosocomio bresciano. Era originario di Medole, comune del Mantovano confinante con la nostra provincia, ma lavorava per un'azienda spurghi con sede a Carpenedolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore all'interno di un pozzo: operaio muore all'ospedale Civile

BresciaToday è in caricamento