rotate-mobile
Cronaca Desenzano del Garda

Stroncato in pochi mesi dalla malattia: addio a "Charly", barista e allenatore di calcio

Aveva solo 65 anni Giancarlo Manfrin, che tutti a Desenzano conoscevano come "Charly". Ha gestito diversi bar in paese.

La comunità di Desenzano piange un suo storico barista: si è spento a soli 65 anni Giancarlo Manfrin, per tutti "Charly". Per decenni è stato dietro al bancone del bar situato di fronte alla stazione ferroviaria della cittadina gardesana, poi dietro a quello del "Mercatone". Un pezzo di storia che se va: sono in tanti a ricordare i suoi modi gentili, la sua disponibilità, il suo immancabile sorriso. I bar che ha gestito sono stati un punto di ritrovo per gli appassionati di calcio: per i tifosi del suo amato Brescia, ma non solo.

Si è spento giovedì dopo una breve, ma fatale malattia: un brutto male contro cui ha combattuto per alcuni mesi e che - purtroppo - non gli ha lasciato scampo. Lo piangono la moglie Clara, la figlia Sabrina e il figlio Riccardo. Ha lasciato ricordi indelebili in tutti i clienti dei bar dove ha lavorato -  tra cui anche il "botteghino del Totocalcio" dell'oratorio di Capolaterra - come pure nelle numerose società calcistiche del basso Garda dove ha allenato le squadre giovanili. 

Un fiume di ricordi, anche su Facebook: "Il mio barista preferito, grazie di tutto", si legge tra decine e decine di messaggi di cordoglio. La salma dell'amato basista riposa presso la camera mortuaria dell’ospedale di Desenzano del Garda. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato in pochi mesi dalla malattia: addio a "Charly", barista e allenatore di calcio

BresciaToday è in caricamento