rotate-mobile
Cronaca San Felice del Benaco

Imprenditore morto in cantiere: era il padre di tre figli

Rianimato per quasi un'ora, per lui non c'è stato niente da fare

Parte del cantiere è sotto sequestro, la salma della vittima è all'obitorio del Civile e potrebbe essere sottoposta ad autopsia: sono gli ultimi aggiornamenti sul dramma in cantiere di lunedì mattina a San Felice del Benaco. In località Gardiola, in una villa in ristrutturazione, ha perso la vita il 65enne Giancarlo Bertelli, noto imprenditore presidente della Eurocomp & Ind. Spa, società immobiliare in edilizia e real estate di Cunettone di Salò: è precipitato da un ponteggio per oltre 9 metri, dopo aver perso l'equilibrio.

Rianimato per quasi un'ora

L'incidente intorno alle 7.30: è stato rianimato a lungo, per quasi un'ora, ma purtroppo per lui non c'è stato niente da fare. Sul posto l'automedica, un'ambulanza dei Volontari del Garda, l'elisoccorso decollato da Brescia e atterrato in spiaggia: trattandosi di infortunio sul luogo di lavoro, i rilievi sono stati affidati ai tecnici del Psal di Ats Brescia, l'autorità sanitaria, con il supporto dei Carabinieri di Salò.

Chi era Giancarlo Bertelli

Classe 1958, Giancarlo Bertelli abitava a Salò: lascia nel dolore il fratello Mario (anche lui immobiliarista) e la sorella, la moglie e tre giovani figli, due ragazzi e una ragazza. Da sempre nel settore dell'edilizia, era presidente e legale rappresentante di una società che nel 2021 ha fatturato quasi 10 milioni di euro. Insieme al fratello Mario era stato coinvolto nella vicenda giudiziaria del "crac" di Italcase, ma poi assolto in Cassazione dall'accusa di bancarotta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore morto in cantiere: era il padre di tre figli

BresciaToday è in caricamento