Cronaca Moniga del Garda

"Una persona speciale": il ricordo di Giancarlo, morto nelle gelide acque del lago

Saranno celebrati giovedì pomeriggio alle 14.30 i funerali di Giancarlo Ballabio, morto a 67 anni nelle gelide acque del lago di Garda

“Una persona speciale”: lo ricordano così gli amici e i conoscenti, stretti nel cordoglio del compagno Silvano e della sorella Grazia. Sono attesi in tanti giovedì pomeriggio (alle 14.30) nella chiesa parrocchiale di Moniga del Garda per l'ultimo saluto a Giancarlo Ballabio, il 67enne trovato senza vita sugli scogli a largo del Parco dell'Idroscalo di Desenzano. Il triste epilogo di una lunga sessione di ricerche, cominciate ancora la sera prima.

Ballabio era uscito in canoa nel pomeriggio di lunedì: partito verso le 15 dal Nauticlub di Moniga, di cui era socio quasi da sempre. Era un canoista esperto, dicono di lui: amava il lago e le sue onde. A tradirlo stavolta è stato un malore improvviso: un infarto che lo ha colto mentre stava ancora pagaiando, e che l'ha poi costretto ad abbandonarsi alla deriva. E' stato ritrovato a quasi 10 chilometri di distanza.

L'allarme è stato lanciato in prima serata, intorno alle 20 quando non è stato visto rientrare: la sua auto, una Smart, era parcheggiata al porto di Moniga, e il suo cellulare era all'interno. Lo hanno ritrovato senza vita prima delle 8 di martedì, a largo di Via Lario. Rimasto incagliato negli scogli, ci sono volute quasi due ore per recuperare il cadavere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una persona speciale": il ricordo di Giancarlo, morto nelle gelide acque del lago

BresciaToday è in caricamento