Cronaca

Ruppe il testicolo a un 15enne: condannato carabiniere bresciano

Giampiero Finco, 48enne originario di Sirmione, il 17 agosto del 1992 ruppe il testicolo a un ragazzino fermato in sella a un motorino. Il risarcimento, quasi 70.000 euro, fu anticipato dal Viminale. Ora la Corte dei Conti lo condanna a restituire l'intera somma

Ruppe il testicolo destro a un 15enne: carabiniere condannato

Sono passati ben 22 anni. Un'altra epoca, praticamente. Alla fine, però, la Corte dei Conti ha condannato il carabiniere Giampiero Finco, a restituire il risarcimento versato al ragazzino a cui ruppe un testicolo il 17 agosto del 1992.

A Padova, il giorno dell'aggressione, il militare bresciano e il suo capopattuglia fermarono un 15enne "per irregolarità nella guida di un ciclomotore e schiamazzi". In quell'occasione, l'uomo lo colpì volontariamente con un calcio, causandogli "la rottura del testicolo destro". Poi, scrive ancora la Procura, nel rapporto di servizio venne modificata "la descrizione degli accadimenti e accuratamente omesso di indicare la colluttazione con il minorenne". In breve, si cercò di insabbiare quanto avvenuto.

Nel 1996, Fico venne condannato in primo grado a 8 mesi e 10 giorni, più 100 milioni di risarcimento. La Corte d'Appello di Venezia, cinque anni dopo, confermò le statuizioni civili ma "dichiarava il non doversi procedere per avvenuta prescrizione".

Il Viminale risarcì il giovane 11 anni dopo: "63.968 euro, di cui 51.645 a titolo di somma capitale, 9.411 quale misura percentuale, pari al 50% degli interessi, e 2.911 come onorario per la transazione". La Corte dei Conti, infine, il novembre scorso ha addebitato la somma direttamente a Fico: "L’unico in relazione al quale possa configurarsi il nesso di causalità tra evento e danno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruppe il testicolo a un 15enne: condannato carabiniere bresciano

BresciaToday è in caricamento