Stroncato da una grave malattia, Borgosotto piange padre Giambruno Chitò

Il sacerdote, molto amato e stimato nella frazione monteclarense, si è spento mercoledì mattina. L'ultimo saluto sabato mattina nel Duomo del comune della Bassa

Giambruno Chitò

Il sacerdote buono, così i fedeli di tante comunità chiamavano Giambruno Chitò. Se n'è andato martedì mattina, dopo aver lottato a lungo contro una grave malattia, lasciando nel dolore la frazione di Borgosotto di Montichiari, dov'è stato curato e superiore dell'istituto Maria Immacolata. 

Un dolore che supera i confini del Bresciano e arriva fino alla provincia di Frosinone, dove padre Chitò aveva guidato la parrocchia di Santa Maria Maddalena a Ferentino e la chiesa Madonna di Fatima. 

Nato il 20 marzo del 1950 a Coccaglio, si era trasferito a Borgosotto di Montichiari per frequentare i Cric (Canonici dell’Immacolata Concezione). Dopo l’ordinazione sacerdotale, nel 1983, era stato nominato curato della parrocchia della frazione.

Lo amavano e stimavano tutti: per la sua bontà, la sua umiltà e il suo carattere mite. Di origini contadine, dal 2009 padre Bruno era superiore dell'istituto Maria Immacolata. La salma riposa propria nella cappella della struttura religiosa di via XXV aprile dove, alle 20 di venerdì sera, si terrà la veglia funebre. In tanti sono attesi per l'ultimo saluto, che sarà celebrato sabato mattina (alle 9.45) nel Duomo di Montichiari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la piccola Nina: "Vola per sempre amore mio, la mamma arriva presto"

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • "Amore mio, sposiamoci", ma in realtà gli deve un debito per la cocaina

  • 13enne ruba 9mila euro in casa propria, poi subisce la rapina da due amici

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

  • Infarto nel parcheggio dell'ospedale: morto ex preside e sindaco bresciano

Torna su
BresciaToday è in caricamento