Esce a cercare funghi e scompare: trovato morto in montagna

Triste epilogo per le ricerche di Giacomo Mazzucchelli, il 60enne di Sale Marasino che risultava scomparso da venerdì pomeriggio

Si sono conclude nel peggiore dei modi, con un triste, tristissimo epilogo le ricerche di Giacomo Mazzucchelli, il 60enne di Sale Marasino di cui non si avevano più notizie ormai da venerdì pomeriggio. E' in quel momento che l'amico che era con lui – i due erano arrivati insieme a Monno per andare a “caccia” di funghi – aveva lanciato l'allarme.

Il corpo senza vita dell'ex muratore bresciano, da poco andato in pensione, è stato ritrovato a circa un chilometro di distanza da dove aveva parcheggiato la sua auto. Non lontano dal cadavere anche le sue scarpe, perse durante la caduta, e il cestino con i funghi raccolti: sarebbe precipitato nel vuoto per diverse decine di metri dopo essere inciampato lungo un sentiero.

Più di 100 persone impegnate nelle ricerche

Era già morto da ore, quindi non c'è stato niente da fare. Le ricerche sono proseguite per circa 24 ore, da venerdì pomeriggio fino a sabato appena dopo le 14: più di 100 uomini si sono impegnati giorno e notte nella speranza di ritrovarlo, con il supporto di due elicotteri e dei droni. In campo i tecnici e le unità cinofile della V Delegazione bresciana del Soccorso Alpino, i militari del Sagf (Soccorso alpino Guardia di finanza), i Carabinieri, i Vigili del Fuoco e i gruppi di Protezione civile.

Il ricordo commosso di un intero paese

Era scivolato in una zona impervia, è stato recuperato a quasi 2mila metri d'altitudine con la tecnica della barella portantina. L'intervento si è concluso in serata, con il rientro delle squadre. Mazzucchelli aveva raggiunto il Passo del Mortirolo insieme a un amico, da cui poi si era separato nella zona della Val Varadega. La notizia in poche ore ha fatto il giro del paese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Sale Marasino era molto conosciuto: orgogliosamente alpino, era stato presidente del Gruppo sportivo e pure allenatore di calcio femminile. Per una vita intera aveva fatto il muratore: era in pensione solo da poche settimane. Non si era mai sposato: lo piangono il fratello Paolo e i nipoti. La salma è a disposizione dei familiari: a breve saranno rese note le date dei funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Uccisa dalla malattia in poco più di una settimana, Denise muore a soli 21 anni

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Svuota le casse dell’azienda, compra borse e auto di lusso: nei guai impiegata

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento