Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Soiano del Lago

Uccide lo zio, condannato all’ergastolo: Giacomo Bozzoli era libero ed è scappato

I carabinieri lo stanno cercando in tutta Italia

In quanto sottoposto a processo indiziario, senza che vi fosse ravvisato il pericolo di inquinamento delle prove, reiterazione del reato e soprattutto il pericolo di fuga, l’imprenditore Giacomo Bozzoli è sempre rimasto in libertà, anche durante la lunga fase processuale e nonostante già due condanne all’ergastolo (primo e secondo grado). Un paio di giorni fa è arrivata la confermata della sentenza, ora definitiva, da parte della Corte di Cassazione: ma nemmeno il tempo di notificare l’ordine di carcerazione che Bozzoli era già sparito. Irreperibile, introvabile: peggio ancora, latitante.

Giacomo Bozzoli è un latitante

È l’appellativo giusto: Giacomo Bozzoli è attualmente latitante. Ricercato in tutta Italia e oltre per l’omicidio dello zio, Mario Bozzoli, l’imprenditore di Marcheno – titolare delle fonderie Bozzoli – di cui non si hanno più notizie certe dall’8 ottobre 2015, il giorno della sua scomparsa. Secondo quanto ricostruito dalla Procura, e poi confermato con due sentenze in primo grado e in appello, e ora anche in Cassazione, il nipote Giacomo avrebbe ucciso lo zio gettandolo in un forno di fonderia. Il 39enne, sposato e padre di un bambino, si è sempre dichiarato innocente. Ma non è stato così per i giudici.

Mandato di cattura europeo

I carabinieri da giorni sono appostati fuori dalla sua villa di Soiano, da decenni di proprietà della famiglia Bozzoli. I vicini avrebbero riferito di non averlo visto almeno da 10 giorni: qualcuno ha riferito di un presunto e più recente avvistamento in un ristorante di Moniga. Bozzoli a Soiano si vedeva ogni tanto, accompagnato dalla moglie e dal figlio piccolo. La famiglia a Soiano ha un’altra casa di proprietà, così come a Bedizzole, a Marcheno e (a quanto pare, ma è solo un rumor non confermato) in Sardegna. Sono tutte monitorate dalle forze dell’ordine, anche se Giacomo Bozzoli a questo punto potrebbe anche essere fuggito all’estero. A breve, a suo carico, dovrebbe essere emesso un Mandato di cattura europeo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide lo zio, condannato all’ergastolo: Giacomo Bozzoli era libero ed è scappato
BresciaToday è in caricamento