Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

"Ho avuto uno shock e ho perso la memoria": cosa ha detto Antonella Colossi

Sentita per oltre 4 ore dai carabinieri la compagna di Giacomo Bozzoli. Il 39enne è ancora in fuga.

Sentita a lungo dai carabinieri, Antonella Colossi ha risposto alle domande senza però chiarire cosa sia successo dopo che la Corte di Cassazione, lunedì primo luglio, ha confermato la condanna all'ergastolo per il compagno Giacomo Bozzoli. "Dopo la sentenza ho avuto un shock e ho perso la memoria", avrebbe fatto mettere a verbale la 41enne, ascoltata dagli inquirenti dalle 15.30 alle 19.43 di venerdì 5 luglio, in qualità di persona informata sui fatti (non è indagata per favoreggiamento).

Una sola certezza:  martedì 2 luglio, a poche ore dalla sentenza della Corte suprema, la famiglia si è separata. Giacomo Bozzoli ha proseguito da solo la fuga per evitare il carcere a vita, Antonella sarebbe rimasta a Marbella fino a venerdì 5 luglio, quando insieme al figlioletto di 9 anni è rientrata in Italia.

Giacomo è ancora in fuga: così può averla fatta franca

La separazione dopo la sentenza

La 41enne avrebbe potuto avvalersi della facoltà di non rispondere, ma non lo ha fatto. Ha parlato con i militari, senza però fornire indicazioni utili a individuare il compagno 39enne, sparito nel nulla, appunto, poche ore dopo la condanna definitiva per l'omicidio e la distruzione del cadavere dello zio Mario. Ai militari Colossi ha detto di non sapere dove sia e di non essere a conoscenza delle sue intenzioni.

Chi è Antonella Colossi

Al momento della lettura della sentenza la coppia era in Spagna, a Marbella, come la 41enne imprenditrice nel mondo dell'arte ha confermato durante le oltre 4 ore passate al comando provinciale dei carabinieri di piazza Tebaldo Brusato, a Brescia. Proprio a nome suo era stata fatta una prenotazione - dal 20 al 30 giugno - in una struttura alberghiera. Un viaggio organizzato da tempo, ha spiegato Colossi ai militari. La donna ha anche confermato che a bordo della Maserati Levante, inquadrata dalle telecamere all'alba del 23 giugno sulle strade del Garda, c’erano sia lei che il compagno Giacomo e il figlioletto. La famiglia avrebbe raggiunto la Spagna, con una tappa a Cannes, proprio a bordo del suv di lusso di Bozzoli. All'epoca il 39enne non era ancora un latitante.

Il rientro in Italia

Il 2 luglio la separazione: Antonella Colossi il e figlio avrebbero trascorso altri giorni a Marbella, in un altro albergo, mentre Giacomo avrebbe continuato la sua latitanza, da solo. Infine, venerdì 5 luglio, il ritorno in Italia. Sugli ultimi giorni trascorsi in Spagna e sul viaggio di ritorno, la 41enne non avrebbe però fornito molti dettagli ai militari, dando risposte vaghe e confuse.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho avuto uno shock e ho perso la memoria": cosa ha detto Antonella Colossi
BresciaToday è in caricamento