Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Bresciano trovato morto in Cambogia, forse un malore

Il corpo senza vita di Giacinto Archetti, 63enne da poco in pensione e residente a Botticino, in 'fuga' dall'Italia per il suo ultimo e lungo viaggio. Trovato senza vita, sarebbe morto per cause naturali

Giacinto Archetti

Originario di Ghedi ma residente da anni a Botticino, avrebbe perso la vita per cause naturali il 63enne bresciano che è stato trovato morto in Cambogia. Un primo malore lo aveva in realtà ‘allertato’, poco prima della partenza, un viaggio che comunque Giacinto Archetti non voleva più rinviare.

Da tempo sognava i caldi ed esotici lidi di un Paese visto sempre da lontano. Il meritato viaggio, non appena raggiunta la pensione, è purtroppo diventato il suo ultimo tragitto: proprio in Cambogia è spirato, in una vicenda che a tratti pareva tingersi di giallo, e che invece (come confermato dalle autorità cambogiane) si riferirebbe ad un improvviso malore.

Ad apprendere la notizia per primo, dopo qualche giorno, il fratello Giuseppe. La salma resta ancora in ‘sospeso’: ma come lui avrebbe voluto, le sue ceneri saranno sparse proprio tra monti e spiagge della Cambogia.

Sulla sua pagina Facebook, ancora visibili, le foto in rapida sequenza del suo viaggio più atteso, quasi un diario quotidiano. E il suo sorriso, su quella spiaggia assolata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bresciano trovato morto in Cambogia, forse un malore

BresciaToday è in caricamento