Cronaca

Bimba di 2 anni rischia di annegare, panico in piscina: rianimata sul posto

Salvata da un coraggioso bagnino

Una bimba di soli 2 anni ha rischiato di morire annegata giovedì mattina alle piscine di Ghisalba, a pochi chilometri dai confini bresciani: a salvarle la vita il bagnino Matteo Trentin, 33 anni e originario di Crema, da tempo in servizio all'impianto gestito dallo Sporting Club Verona. La piccola è stata ricoverata in codice rosso al Papa Giovanni di Bergamo, ma sta bene: è in ospedale ma solo per accertamenti.

Tutto è successo in pochi, rapidissimi attimi poco prima delle 11. La bimba era nella piscina dei “piccoli” insieme ad altri compagni di gioco della scuola materna, sotto gli occhi attenti delle maestra presenti. All'improvviso è andata sotto, per chissà quale motivo: sta di fatto che ha ingerito dell'acqua e non è riemersa.

Salvata dal coraggioso bagnino Matteo

E' stata una maestra la prima a tirarla fuori, consegnandola subito tra le mani del bagnino. Il giovane Matteo l'ha portata a bordo piscina e le ha praticato il massaggio cardiaco, non prima di averla liberata dall'acqua che aveva i polmoni. In quei momenti il tempo sembrava non passare più, finché per fortuna la piccola ha cominciato a tossire e si è ripresa.

Tutto è bene quel che finisce bene, ma che spavento: “Sono felice di aver salvato la bambina ma non mi sento un eroe, ho fatto solo il mio dovere – racconta Matteo Trentin – Il momento più bello è stato quando la piccola ha riaperto gli occhi e ha ricominciato a respirare. Abbiamo capito che stava bene perché poco dopo aveva già riconosciuto tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba di 2 anni rischia di annegare, panico in piscina: rianimata sul posto

BresciaToday è in caricamento