Ghedi: spari contro un passante, confessa una guardia giurata

L'assurda vicenda risale a sabato scorso. L'uomo ha raccontato di essersi voluto vendicare: "Lui ha attraversato e mi ha costretto a una brusca frenata, poi abbiamo litigato"

Foto di repertorio

GHEDI. Ha finalmente un volto il responsabile dell’agguato avvenuto sabato scorso in zona stazione. A sparare contro un passante egiziano è stata una guardia giurata, che ha esploso tre colpi verso il basso con l’intenzione di “volerlo spaventare”.

Secondo quanto raccontato dal vigilante, tutto sarebbe nato da uno screzio avvenuto in strada. La sua futura vittima avrebbe infatti attraversato costringendolo a una brusca frenata, al termine della quale sarebbe poi nata la lite.

A quel punto sarebbe tornato a casa per prendere la pistola con lo scopo di portare a termine la sua folle vendetta. Fortunatamente, però, l'egiziano è rimasto illeso. Per la guardia giurata è scattata una denuncia per minaccia aggravata e la richiesta di revoca del porto d’armi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Il governo approva il decreto per il Natale: i divieti e le regole sugli spostamenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento