Multe fino a 5.000 euro per chi non segnala la presenza dei profughi

A Ghedi approvata una mozione della Lega che prevede la modifica del regolamento di polizia urbana: chiunque accoglierà richiedenti asilo senza comunicarlo potrà essere multato fino a 5000 euro

Multe fino a 5000 euro per chi non segnala la presenza di richiedenti asilo sul territorio comunale: succede a Ghedi, come riporta il Corriere della Sera, dove presto dovrebbe essere deliberata la modifica al regolamento di polizia urbana. Il testo recepisce le indicazioni di una mozione presentata dalla Lega Nord e già approvata in consiglio comunale.

Niente multe ai privati cittadini che vedono un migrante passeggiare e non lo dicono a chi di dovere, chiaro. Le sanzioni sono riferite a cooperative, associazioni e aziende private che ospitano i profughi “distribuiti” come da prassi dalla Prefettura.

Il Comune di Ghedi infatti non ha aderito allo Sprar, il sistema di accoglienza che prevede una gestione congiunta tra Stato ed enti locali sulla questione richiedenti asilo. Senza questa adesione, come già accaduto in altri Comuni e anche a Ghedi, potrebbe capitare che la Prefettura si accordi con i privati senza comunicarlo immediatamente al municipio.

Le multe potranno variare dai 150 ai 5000 euro, in base a quanto verrà o non verrà comunicato. Chiunque farà alloggiare dei richiedenti asilo dovrà comunicare il numero degli arrivi e le loro generalità, il contratto di locazione, lo stato della struttura. Anche prima dell'eventuale arrivo dovrà essere comunicata la partecipazione ai bandi per l'accoglienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento