Cronaca Ghedi

Fidanzata segregata in cantina e picchiata per più di 2 ore: ma lui nega tutto

E' ripreso il processo per sequestro di persona in cui è imputato un 27enne di Ghedi: è accusato di aver rinchiuso e poi picchiato la sua ex fidanzata

E' accusato di sequestro di persona il 27enne di Ghedi che il 10 dicembre 2017, e non sarebbe stata la prima volta, avrebbe rinchiuso la sua ex fidanzata nella cantina di casa: quel giorno sarebbe rimasta imprigionata per più di due ore. In qualche modo la giovane era riuscita a tenere con sé il cellulare e aveva allertato i carabinieri: i militari erano arrivati in pochi minuti e avevano arrestato il giovane. Il 27enne rimarrà qualche mese ai domiciliari. Poi la ragazza ritirerà la denuncia.

In aula ha parlato proprio lei, 26 anni e residente a Leno: il processo è ripreso in questi giorni. Ha raccontato, ancora una volta, di quel pomeriggio da incubo. Quando, a detta della ragazza, il suo ex l'avrebbe trascinata giù dalla macchina per portarla in cantina e poi rinchiuderla. Venne indagato anche l'amico che era con loro, ma poi prosciolto.

Lacrime in tribunale: il processo continua

Tante lacrime anche in tribunale, ma una versione da sempre contestata dalla difesa. Il processo è stato aggiornato in primavera, con vari testimoni chiamati a deporre, oltre all'imputato. Per la difesa del ragazzo, non ci sarebbe mai stato nessun sequestro: in quella cantina, “addobbata” come una piccola casetta, i due avrebbero passato tanto tempo insieme.

Tra loro anche qualche storia di droga, e un altro processo. La ragazza l'avrebbe comunque denunciato più volte, per poi ritirare la querela. Si sarebbero mollati per poi vedersi ancora. Nel mezzo quel pomeriggio da incubo, dove la giovane sarebbe stata anche picchiata. Una storia intricata, su cui i giudici sono chiamati a fare chiarezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fidanzata segregata in cantina e picchiata per più di 2 ore: ma lui nega tutto

BresciaToday è in caricamento