Picchia moglie e figli per mesi, condannato ed espulso: fa ricorso al Tar

L’incredibile vicenda in una casa di Ghedi: marocchino di 35 anni è stato condannato a 3 anni di reclusione per maltrattamenti

E’ andato avanti per mesi, quasi senza sosta e spesso alterato dai fumi dell’alcol: picchiava la moglie e i suoi tre figli ancora piccoli. Ma è stato condannato a 3 anni di reclusione il marocchino di 35 anni, residente a Ghedi, accusato di maltrattamenti in famiglia: anche il suo permesso di soggiorno è stato revocato. Ma il provvedimento è attualmente sospeso perché il 35enne, in merito, ha fatto ricorso al Tar.

Il tribunale di Brescia, oltre alla condanna, gli ha imposto il divieto di avvicinarsi alla casa di famiglia dove abitano la moglie e i figli. La giovane donna e i tre minori sono stati affidati alla cura dei Servizi sociali comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo: il 35enne, in attesa del processo, è stato beccato dalle forze dell’ordine mentre guidava ubriaco. Quindi condannato ad altri quattro mesi di reclusione, oltre al ritiro della patente, e a una multa di circa 1500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Va a fare la spesa, viene travolta sulle strisce: donna in fin di vita

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento