Cronaca

Faccia a faccia con i ladri, le minacce e i furti: "Abbiamo paura"

Emergenza furti a Ghedi: nelle ultime settimane boom di 'visite' dei topi d'appartamento. Il racconto delle vittime: tra chi è riuscito a liberarsi con uno spinto e chi invece è stato svaligiato per 5000 euro

Una città ostaggio dei ladri d'appartamento. Così scrive InMontichiariWeek con riferimento a Ghedi: la piccola cittadina della Bassa nelle ultime settimane sarebbe stata presa di mira (e non poco) da una banda di professionisti dei furti in casa. L'identikit: sono giovani, di età compresa tra i 25 e i 30 anni, probabilmente originari dell'est Europa.

Diverse le testimonianze: il 70enne Giuseppe Paletti racconta di averli incontrati sulla soglia di casa, mentre tentavano di forzare la porta. Sarebbe stato minacciato con un cacciavite, è riuscito a divincolarsi con uno spintone. Ha poi provato a gridare, per chiamare aiuto, ma i ladri – erano in tre – si sono allontanati nella notte. La figlia Linda ha ammesso che da quella sera le luci di casa sono sempre accese.

E' successo in Via Dante: modus operandi simile anche in Via X Giornate. La madre di Alexandra Bososchi li avrebbe avvistati sul balcone, 'armati' di cappuccio in testa e intenti a forzare la portafinestra che dà sull'appartamento, con piede di porco. Colpo a vuoto, per fortuna.


Non come quanto capitato a Renato Treccani, residente in Via Po. La banda si sarebbe fatta viva sabato scorso: sono entrati dalla cucina e hanno rubato di tutto. Oro e gioielli, soldi in contanti, e poi iPad, lettore Dvd, videocamere. In tutto un bottino di circa 5000 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faccia a faccia con i ladri, le minacce e i furti: "Abbiamo paura"

BresciaToday è in caricamento