Cronaca

Gavardo, duplice omicidio Antonelli: prosciolto il figlio Marco

Per il giudice, il 28enne è incapace di intendere e di volere. Dovrà rimanere 10 anni in un Opg

È stato prosciolto perché ritenuto incapace di intendere e di volere Marco Antonelli, il giovane di 28 anni che la notte del 30 maggio 2012 uccise a mani nude i suoi genitori nella loro abitazione di Gavardo, nel Bresciano, prima picchiandoli e poi soffocandoli con dei sacchetti di plastica.

Il giudice Cesare Bonamartini ha accolto la richiesta di non luogo a procedere e di trasferimento in un ospedale psichiatrico giudiziario che era stata avanzata due settimane fa dal pm Claudio Pinto.

Il ragazzo dovrà rimanere per non meno di 10 anni in un ospedale psichiatrico giudiziario. Nel corso del processo, celebrato con rito abbreviato, due diverse perizie di parte avevano giudicato il ragazzo incapace di intendere e di volere.

Per il perito nominato dal Tribunale, al momento del delitto Antonelli ''era affetto da grave disturbo della personalità di tipo schizoide con concomitante abuso cronico di più sostanze'' ed era in preda ad un ''acuto scompenso psicotico con sospensione totale del contatto con la realtà''.

Marco Antonelli ha sempre detto di non ricordare nulla della notte del duplice omicidio dei genitori.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gavardo, duplice omicidio Antonelli: prosciolto il figlio Marco

BresciaToday è in caricamento