Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Gavardo

Finestra aperta per il caldo: ladro in casa mentre i proprietari dormono

L'uomo è finito in manette e pure in carcere

È entrato in azione in piena notte, convinto di farla franca, come sempre. Non sapeva che a sorvegliare ogni sua mossa c'erano i carabinieri: i militari lo stavano infatti tenendo d'occhio, in ragione dei suoi numerosi precedenti penali.

Così quando è saltato fuori dalla finestra di un'abitazione, stringendo tra le mani un computer portatile che in precedenza non aveva, per lui sono scattate le manette. Arrestato - in flagranza di reato - per furto, è poi finito in carcere. L'uomo, un 40enne della Bergamasca, sarebbe responsabile di altri tre colpi avvenuti di recente nel Bresciano.

È accaduto sabato notte, a Gavardo. I proprietari dell'abitazione in cui si era intrufolato il 40enne non si sarebbero accorti proprio di nulla: il ladro è passato attraverso una finestra del piano terra, che era stata lasciata aperta per fare entrare un po' d'aria fresca. Una velocissima e silenziosissima incursione: giusto il tempo di arraffare un computer portatile prima di svignarsela.

L'amara sorpresa poco dopo: quando a pochi metri dall'abitazione, il 40enne si è imbattuto nella pattuglia dei carabinieri. La refurtiva è stata riconsegnata al legittimo proprietario, mentre per il malvivente si sono splancate le porte del carcere. È stato segnalato anche alla Prefettura: addosso aveva una modica quantità di cocaina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finestra aperta per il caldo: ladro in casa mentre i proprietari dormono
BresciaToday è in caricamento