Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Gavardo

Rifornivano due valli di cocaina, un giro d’affari da oltre 50mila euro: 5 nei guai

I pusher erano i punti di riferimento per i consumatori di Valsabbia, Valtenesi e Salò. Identificati e segnalati alla Prefettura 42 dei loro clienti

Spacciavano lungo le strade di Gavardo e Villanuova sul Clisi: un giro d’affari - stando a quanto ricostruito dai carabinieri - superiore ai 50 mila euro. E i clienti arrivavano da tutta la Valsabbia, ma pure dalla vicina Valtenesi e da Salò per comprare le dosi di cocaina dai 5 pusher finiti, per mesi, sono la lente d’ingrandimento dei militari.

Un’indagine scattata nell’agosto del 2019 e terminata la scorsa settimana con le perquisizioni effettuate a casa dei 5 indagati, nel corso delle quali gli uomini dell’Arma hanno scovato 30 grammi di polvere bianca. Sono tutti di origine marocchina - di età compresa tra i 38 e i 53 anni - e di casa tra Gavardo, Villanuova sul Clisi e Roè Volciano.

Bresciano denunciato per aver depistato le indagini

Ma nei guai è finito anche un 44enne italiano residente a Gavardo: avrebbe cercato di depistare le indagini, fornendo ai carabinieri  informazioni fuorvianti sul contro di uno dei 5 pusher. È stato denunciato per favoreggiamento personale.

Identificati i clienti

In oltre un anno di indagini, gli uomini dell’arma hanno documentato più di 1000 scambi di droga (cocaina ma anche hashish) e identificato buona parte della clientela dei 5 spacciatori: ben 42 persone sono state segnalate alla Prefettura quali assuntori di stupefacenti.

Le indagini erano scattate nell’agosto del 2019 dopo che un 42enne marocchino era stato fermato vicino al cimitero di Gavardo con 9 dosi di polvere bianca pronte per essere vendute. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifornivano due valli di cocaina, un giro d’affari da oltre 50mila euro: 5 nei guai

BresciaToday è in caricamento