Stroncato da un infarto mentre lavora in un cantiere, muore 65enne di Gargnano

Luigi Roncati, originario di Leno ma da tempo di casa nel comune gardesano, è morto lunedì mattina mentre lavorava in un cantiere stradale.

Foto d'archivio

Non è stata causata da un incidente, come invece era trapelato in un primo momento, la tragedia in cantiere stradale avvenuta attorno alle 9 di lunedì mattina a Gargnano. A causare il decesso di Luigi Roncati, questo il nome della vittima, è stato un malore improvviso, molto probabilmente un infarto.

Stando a quanto ricostruito dalla Polizia Locale, il 65enne - dipendente di una ditta edile di Gargnano, che si stava occupando del rifacimento del manto stradale di via del Lis - si sarebbe improvvisamente accasciato a terra, perdendo i sensi. Il primo a soccorrerlo è stato il suo datore di lavoro, che ha assistito alla tragedia: l'imprenditore avrebbe pure provato a rianimare l'operaio, in attesa dell'arrivo sul posto dei soccorsi.

Per lui non c'è però stato nulla da fare: i sanitari, giunti a bordo di un'ambulanza e dell'elisoccorso partito da Brescia, non hanno potuto far altro che constatare il decesso del 65enne. Originario di Leno, viveva da anni a Gargnano, dove nell'ottobre del 2016 aveva coronato il suo sogno d'amore, sposando il compagno di una vita. La loro è stata la prima unione civile omosessuale celebrata nel comune dell'Alto Garda.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la piccola Nina: "Vola per sempre amore mio, la mamma arriva presto"

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • "Amore mio, sposiamoci", ma in realtà gli deve un debito per la cocaina

  • 13enne ruba 9mila euro in casa propria, poi subisce la rapina da due amici

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

  • Infarto nel parcheggio dell'ospedale: morto ex preside e sindaco bresciano

Torna su
BresciaToday è in caricamento