Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Uccide un cervo, poi lo macella: ma una lunga scia di sangue lo tradisce

Un pensionato bresciano di 65 anni è stato denunciato dalla Polizia Provinciale: ha ucciso e macellato un cervo da oltre 120 chili di peso

Un cervo maschio di oltre 120 chili di peso è stato brutalmente ucciso da un bracconiere: ne dà notizia Bresciaoggi, che riferisce del ritrovamento dell'animale da parte della Polizia Provinciale. L'uomo che l'ha ucciso è stato individuato poche ore più tardi: si tratta di un pensionato di 65 anni, ovviamente denunciato.

L'animale è stato ritrovato in località Domaro a Gardone Valtrompia: sull'erba una lunga e inequivocabile scia di sangue, fino al casolare dopo appunto era stato “deposto” il cervo ammazzato. Il grosso ungulato, inoltre, era già stato macellato.

Armi e proiettili senza nemmeno la licenza

Il bracconiere è stato individuato dopo qualche ora di appostamento. Dagli accertamenti è risultato che il 65enne non detenesse nemmeno una regolare licenza di caccia, ma solo un porto d'armi per il tiro a volo.

Per questo gli agenti hanno sequestrato anche il suo fucile, oltre ai proiettili (in tutto 16 Winchester calibro 45/70), pallettoni di piombo e polvere da sparo. L'uomo risulta ora indagato in stato di libertà per furto ai danni dello Stato, detenzione illecita di munizioni e materiale esplodente, omessa custodia di armi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide un cervo, poi lo macella: ma una lunga scia di sangue lo tradisce

BresciaToday è in caricamento