Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Gardone Valtrompia: "Abbaia troppo", cane morto avvelenato

La denuncia di Giuseppe Bruni, 43enne di Gardone Valtrompia che un bel giorno si è trovato il fedele amico a quattro zampe mortalmente avvelenato. La sua colpa? Abbaiava troppo ai passanti

Un pastore tedesco di 13 anni avvelenato perché abbaiava troppo. E la rabbia del suo padrone, che sulle pagine di BresciaOggi chiede venga fatta giustizia. Succede a Gardone Valtrompia, non troppo lontano dal centro del paese, nel giardino del 43enne Giuseppe Bruni.

Non era la prima volta, racconta Giuseppe, che in famiglia arrivavano minacce. Due i cani in casa, due pastori tedeschi (maschio e femmina) di 13 e 11 anni. Come ogni pastore tedesco che si rispetti, il maschio aveva il ‘vizietto’ di abbaiare ai passanti.

Cosa che non andava giù a molti, tanto che la scorsa estate sarebbero state raccolte addirittura una decina di firme per far intervenire la Polizia Locale. Gli agenti sono intervenuti, e non hanno riscontrato nulla di anomalo. Pochi giorni fa invece l’amara scoperta.

Il rientro a casa, il suo fedele ‘lupo’ accasciato a terra, bava alla bocca e respiro quasi assente. La corsa dal veterinario, il tentativo disperato di salvarlo: niente da fare, il cane muore dopo una lunga agonia. Nel giardino Giuseppe trova i bocconi avvelenati: polpette di carne condite con veleno, e un fortissimo odore di ammoniaca.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gardone Valtrompia: "Abbaia troppo", cane morto avvelenato

BresciaToday è in caricamento