Vede i Carabinieri e ingoia la 'coca': salvato appena in tempo

Alla vista dei Carabinieri ha cercato di ingoiare la droga, il corpo del reato: fermato dai militari appena in tempo, il giovane pusher è risultato pure clandestino sul territorio nazionale

Alla vista dei militari ha cercato di nascondere l'evidenza del suo fatto illecito, e ha cercato di ingerire circa un grammo e mezzo di cocaina. Fermato appena in tempo dai Carabinieri della stazione di Gardone Valtrompia, che lo hanno fermato e accompagnato in caserma. Il giovane, un 23enne di origine marocchina, risultava domiciliato in paese ma è poi risultato clandestino. Trattenuto in caserma, è già stato messo a disposizione della Questura di Brescia per l'avvio del procedimento di espulsione.

E' stato fermato sabato pomeriggio, in atteggiamento sospetto e non troppo lontano da casa. In tasca nascondeva tre buste di 'coca' da mezzo grammo ciascuna, come detto ha provato a farle sparire mettendosele in bocca. I Carabinieri lo hanno bloccato, e di fatto salvato da una sicura intossicazione. Con sé portava anche 275 euro, probabilmente i proventi dell'attività di spaccio.

Altri due arresti in Valtrompia nel weekend. I militari hanno infatti fermato e ammanettato due marocchini di 30 e 36 anni, residenti a Villa Carcina. Entrambi nullafacenti e con una vasta gamma di precedenti alle spalle, sono stati beccati in flagranza di reato mentre cedevano una dosa di cocaina ad un giovane del paese.

In casa nascondevano altri tre grammi di droga, occultati tra i ciuffi d'erba che circondavano il muro della loro abitazione. Processati per direttissima, il giudice ha disposto l'ordine di firma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento