Ragazzo trovato morto in fondo alle scale: "Era abbandonato a se stesso"

E' stato trovato dai vicini in fondo alle scale di casa, il ragazzo di 23 anni deceduto venerdì mattina in un'abitazione del centro storico di Gardone Val Trompia, in via Tito Speri. Subito è stato lanciato l'allarme e sul posto si sono precipitate un'ambulanza dei volontari di Villa Carcina e un'automedica, insieme a una pattuglia dei carabinieri della locale stazione: purtroppo, per il giovane non c'era già più nulla da fare. Il pm Antonio Bassolino ha disposto l'autopsia per far luce sulle cause del decesso.

Il 23enne era figlio di una coppia di stranieri. L'appartamento dove abitava è intestato alla madre, tornata nel suo paese a seguito del divorzio dal marito, mentre del padre al momento non si hanno informazioni certe. Stando a quanto raccontato da conoscenti e vicini, il ragazzo stava vivendo un periodo difficile, che lo avrebbe portato a uno stile di vita piuttosto disordinato: "Era abbandonato a se stesso", è stato il commento più diffuso. Qualcuno, invece, sostiene che fosse già stato segnalato ai Servizi Sociali, ma che lui avesse rifiutato ogni tentativo di aiuto.

Non si esclude che la morte sia sopraggiunta per un improvviso malore, forse una congestione, o a causa di un coma etilico. Solo ipotesi: come scritto in precedenza, bisognerà attendere i risultati dell'esame autoptico. I militari escludono però l'eventualità di un'aggressione: sul corpo non sono stati trovati segni di violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brutta sorpresa dopo lo shopping: auto sparite fuori dal centro commerciale

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Le prime cinque aziende bresciane per fatturato

  • Schianto frontale nella notte: auto sventrata, morto un uomo

  • Incidente stradale in scooter, morta la 39enne Rachele Marino

Torna su
BresciaToday è in caricamento