Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Stroncato da un malore improvviso l'artista bresciano delle armi

Giancarlo Pedretti, maestro incisore, è venuto a mancare improvvisamente nella notte tra martedì e mercoledì. Aveva iniziato la carriera a soli 16 anni, ha firmato i fucili dei principali costruttori italiani e inglesi

Foto d'archivio

Le sue mani hanno decorato migliaia di fucili rendendoli vere proprie opere d'arte. Giancarlo Pedretti, artista più che artigiano, si è spento nella notte tra martedì e mercoledì: è stato colto da un infarto che non gli ha lasciato scampo: aveva 69 anni. 

Una scomparsa improvvisa che ha sconvolto il mondo bresciano e nazionale dei produttori di armi: maestro incisore, ha inciso i fucili dei migliori costruttori italiani e inglesi. Nato e cresciuto a Gardone Valtrompia, dove lavorava nel laboratorio con il figlio Stefano e alcuni altri valenti incisori e apprendisti,  iniziò la sua carriera a soli sedici anni, scoprendosi abile disegnatore. Ebbe poi modo di proseguire su questa strada affinando le proprie doti nei numerosi anni passati nel reparto incisori della Beretta.

Era uno dei pochi incisori “completi” rimasti: riusciva infatti ugualmente bene nell’esecuzioni sia dell’inglesina sia dei paesaggi, con ornati molto elaborati grazie alle varie tecniche di bulino, punta, martello e cesello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da un malore improvviso l'artista bresciano delle armi

BresciaToday è in caricamento