Compagno violento: la donna non lo denuncia, così ci pensano i carabinieri

Dopo anni di maltrattamenti, i militari intervengono chiedendo al Gip di poter finalmente allontanare il compagno della vittima.

Indagato, allontanato dalla sua vittima e infine arrestato. È finita così, si spera, l’escalation di violenza domestica attuata da un 45enne valtriumplino dei confronti della compagna. La situazione, raccontata dal Giornale di Brescia, avrebbe potuto risolversi molto prima, ma la donna non ha mai trovato il coraggio di denunciare il padre di sua figlia. 

La vicenda non rappresenta certo una novità. Per paura di eventuali ripercussioni, per il timore di coinvolgere i figli, o più semplicemente per vergogna o incapacità di ammettere le difficoltà, molte donne non trovano il coraggio di denunciare i loro aguzzini domestici. Così è stato anche per una 37enne di Gardone Val Trompia, che per anni ha raccontato a medici e infermieri, che ogni volta la curavano, di essersi fatta male da sola, non di essere stata percossa. 

In uno degli ultimi episodi però i carabinieri sono intervenuti. Dopo aver ricostruito la sequela di maltrattamenti - durata anni - e di visite in ospedale, hanno chiesto al giudice un provvedimento restrittivo, grazie al quale hanno infine allontanato il compagno della donna, poi arrestato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento