rotate-mobile
Cronaca Gardone Val Trompia

Armato di coltello, insegue dottoressa e infermiere: "Vi squarto!"

Le minacce e la paura lunedì mattina in ospedale

Armato di coltello, ha fatto irruzione negli spazi del Centro psicosociale (Cps) dell'ospedale di Gardone Valtrompia e ha minacciato di morte la dottoressa e le infermiere: queste si sono chiuse dentro l'ambulatorio e hanno chiamato aiuto. "Vi squarto!", avrebbe gridato il giovane paziente (che non si vedeva da mesi in ospedale) in preda a una incontrollabile ira: solo il decisivo intervento delle forze dell'ordine avrebbe evitato il peggio.

Le minacce e la paura

E' successo lunedì mattina: "Mi trovavo con tre infermiere in una stanza quando l'ho visto arrivare: istintivamente ho chiuso la porta e lui ha iniziato a urlare che ci avrebbe squartato", racconta la psichiatra Elisabetta Polotti al Corriere della Sera. "Siamo rimaste chiuse in ambulatorio per quasi 20 minuti, con lui che urlava fuori: abbiamo pensato di non farcela", ammette.

Il paziente in questione è già seguito dal Cps: avrebbe problemi di socialità anche causati da abuso di alcol e droga. L'episodio di lunedì riaccende l'allerta sulla questione sicurezza: "Le porte sono fragili e non ce ne sono di blindate, non c'è nemmeno un sistema di videosorveglianza. Ci sentiamo insicuro a lavorare così", dice Polotti ancora al Corsera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di coltello, insegue dottoressa e infermiere: "Vi squarto!"

BresciaToday è in caricamento