menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Norme igieniche non rispettate: sequestrati 40 chili di pesce del Garda

Pescatore multato per 500 euro, pesce distrutto

Ieri mattina, 26 luglio, i carabinieri della motovedetta di Torri del Benaco hanno sequestrato più di 30 chili di pesce persico e 14 chili di tinca ad un pescatore professionista di Garda, che li trasportava violando delle norme igieniche.

Il sequestro è scattato durante uno dei consueti controlli che i militari svolgono sul lago di Garda. In questo caso, i carabinieri hanno rilevato che il pescato era depositato su di una superficie del fondo della barca, a contatto con l'acqua di sentina. E non ci sarebbe stata alcuna precauzione che evitasse possibili contaminazioni di un prodotto destinato alla filiera alimentare.

È stato il medico veterinario dell'Ulss ad accertare poi che il trasporto del pesce non rispettava le condizioni igienico sanitarie previste. È stata dunque elevata a carico del pescatore una multa da 500 euro. Ed il pescato, non più idoneo al consumo, è stato smaltito attraverso una ditta specializzata.

Fonte: Veronasera.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ghedi: morto l'imprenditore agricolo Giovanni Chiappini, ucciso da un infarto

  • Incidenti stradali

    Auto 'vola' in un campo e si ribalta in un fossato: paura per una donna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento