menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Jeremy Wade con un 'River Monster' (fonte Facebook)

Jeremy Wade con un 'River Monster' (fonte Facebook)

La BBC arriva sul Garda: Jeremy Wade darà la caccia al mostro Bennie

Il celebre biologo e pescatore Jeremy Wade darà la caccia a 'Bennie', il fantomatico mostro del Garda

Il fantomatico mostro del Garda è diventato una vera propria celebrità internazionale: a dargli la caccia, prossimamente, ci penserà il biologo inglese Jeremy Wade, diventato famoso in tutto il mondo grazie al programma 'River Monster'.

Il personaggio televisivo approderà sulle rive del Garda tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre: scandaglierà i fondali dell'isola Borghese, a largo di San Felice del Benaco, per stanare 'Bennie' e realizzare la puntata, tutta dedicata al mostro nostrano, che verrà messa in onda nel 2019. Ad aiutare la troupe della BBC, scrive il Bresciaoggi, sarà la Vrm di Toscolano Maderno, società di produzioni pubblicitarie e sportive, documentari e reportage.

Non è certo la prima volta che 'Bennie' va in tivù: per il presunto mostro subacqueo le porte del piccolo schermo si aprirono nel 2013, quando la trasmissione 'Mistero' gli dedicò un'intera puntata. Proprio durante le riprese realizzate per Italia Uno dai Deep Explorers di Toscolano Maderno, furono scovati dei buchi di 40 centimetri di diametro simili alle tane dell'anguille, ma decisamente più grandi. Prima di allora un susseguirsi di apparizioni e presunti avvistamenti.

Una leggenda che ha le sue radici addirittura nel XVII secolo: le cronache dei monaci che allora abitavano l'isola Borghese raccontano di mostri smisurati e deformi. Poi c'è l'avvistamento dell'agosto 1965, quando una trentina di persone hanno assistito all’emersione di un grande serpente di circa dieci metri e poi, poco dopo, la stessa bestia degli abissi che si mangia centinaia di chili di sardine, tutto documentato dal quotidiano L’Arena.

Più recentemente un gruppo di ragazzi di Moniga giura di aver visto l'ombra di 'Bennie' durante una gita in barca, poi c’è anche il racconto di Antonio Spallanzani che più di una decina di anni fa il mostro lo avrebbe addirittura arpionato.

Un'enigma che tiene banco da tantissimi anni, catturando l'attenzione di tante, tantissime, persone e che sembra destinato a non passare mai di moda. Nemmeno la sentenza emessa dal Cicap, il Comitato di Controllo sulle Pseudoscienze fondato addirittura da Piero Angela, che smentisce categoricamente l'esistenza di 'Bennie' ha infatti messo un freno alle ricerche del mostro del Garda. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento