rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Ragazza annega nel lago mentre soccorre il suo fratellino

La tragedia

È stato ritrovato dal soccorritore della guardia costiera, pochi minuti prima delle 17 di sabato 19 agosto, il corpo privo di vita della ventenne risultata in precedenza dispersa dopo essersi immersa nel lago, in località Corno a Garda. La ragazza è stata rinvenuta su un fondale di sei metri e a una distanza di circa trenta metri dalla spiaggia.

Dopo averla individuata, il sub l’ha recuperata e trasportata in spiaggia, dove il personale dell’idroambulanza del 118, già presente in zona, ha subito iniziato le attività rianimatorie. È poi sopraggiunto anche l’elisoccorso del 118, ma, dopo vari tentativi di rianimazione senza esito, i sanitari hanno dichiarato il decesso. Secondo una prima ricostruzione, pare che la giovane stesse cercando di prestare aiuto al fratello più giovane in difficoltà durante il bagno.

Secondo quanto ricostruito dagli uomini della guardia costiera, la ventenne si sarebbe recata a Garda per una giornata da trascorrere al lago con il fratellino di 14 anni e con l’altra sorella di 17. Mentre stavano facendo il bagno con un materassino, il quattordicenne avrebbe iniziato ad avere difficoltà per affaticamento e, in tale contesto, la sorella avrebbe subito prestato assistenza sorreggendolo, richiedendo nel contempo aiuto ai presenti in spiaggia.

Entrambi sarebbero poi stati raggiunti da due ragazzi a nuoto, i quali avrebbero recuperato e trasportato a riva il più piccolo, mentre la giovane sarebbe stata «persa di vista» e, sottolinea una nota della guardia costiera, per un «probabile malore» o «affaticamento», sarebbe finita sott'acqua senza più riemergere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza annega nel lago mentre soccorre il suo fratellino

BresciaToday è in caricamento