Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Presi a bastonate, colpi anche alla testa: 2 ragazzi massacrati di botte

Due giovanissimi in ospedale: sono stati aggrediti venerdì sera a Gambara. Si cerca una “banda” di una decina di ragazzi

Una spedizione punitiva per qualche avance di troppo a una ragazza: ma le vittime del raid nulla avrebbero a che fare con quel tentativo di approccio sgradito, ma farebbero solo parte della stessa compagnia. Sull'accaduto indagano i carabinieri, l'ipotesi di reato è lesioni personali aggravate: ad avere la peggio due ragazzi di circa 20 anni, di Gambara, che venerdì sera sarebbero stati aggrediti da una decina di coetanei, arrivati invece da Leno.

Raid punitivo a colpi di spranga

Tra le due compagnie non scorrerebbe buon sangue, perlomeno negli ultimi giorni. Insulti e minacce in chat: “Veniamo a rompervi le ossa”, fino all'epilogo di venerdì sera. E proprio a Gambara: sotto i portici di Via Montello sarebbe stato aggredito il primo, colpito con calci e pugni anche quando era a terra, e a colpi di spranga e bastone; in Via Fiume, poco lontano, sarebbe stato aggredito anche il secondo, con le stesse modalità (e colpi anche alla testa).

Le indagini dei carabinieri

Entrambi sono finiti in ospedale, da cui sono stati dimessi solo la mattina successiva: niente di grave, ma qualche brutta botta e un grande spavento. Come detto i militari sono al lavoro per ricostruire la vicenda nei dettagli. I carabinieri hanno già raccolto diverse testimonianze, oltre alle immagini delle telecamere di videosorveglianza. La banda di giovani che ha mandato due coetanei in ospedale potrebbe essere presto identificata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presi a bastonate, colpi anche alla testa: 2 ragazzi massacrati di botte

BresciaToday è in caricamento