Cronaca

Cade dal carrello elevatore e batte la testa: operaio muore sul colpo

Il drammatico incidente sul lavoro martedì mattina, la vittima è un 68enne di casa a Castel Goffredo

Gaetano Amendola è morto sul lavoro, nel capannone della ditta di cui era dipendente da anni: ha battuto violentemente la testa sull'asfalto, dopo un volo di oltre tre metri e per lui non c'è più stato nulla da fare. Aveva 68 anni: originario di Nocera, abitava da tempo a Castel Goffredo (Mn), con la moglie Maria e la figlia Anna.

La tragedia si è consumata martedì mattina, nel capannone della Ellettrodigit di Piubega (Mn). L'uomo, che ricopriva il ruolo di aiuto magazziniere, si trovava all'interno del cestello di un carrello elevatore: per cause ancora da accertare è precipitato da tre metri e mezzo d'altezza. 

L'allarme è scattato attorno alle 10.15 e la macchina dei soccorsi si è mossa tempestivamente, ma per l'uomo non c'era ormai più nulla da fare. Sul posto anche i carabinieri e i tecnici della medicina del lavoro dell'Ats che dovranno ricostruire l'accaduto e accertare il rispetto delle misure di sicurezza. Nel frattempo il capannone resta sotto sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade dal carrello elevatore e batte la testa: operaio muore sul colpo

BresciaToday è in caricamento