Addio a Prestine, da oggi incorporato a Bienno

La fusione tra il piccolo comune di Prestine e Bienno diventerà ufficiale oggi: i comuni bresciani diventano 205.

Bienno

Un matrimonio d’interesse, ma non per questo meno felice. In seguito all’esito positivo del referendum tramite il quale tutti i cittadini maggiorenni sono stati chiamati ad esprimersi sulla fusione, da oggi scompare ufficialmente il comune di Prestine in Valle Camonica, che si unisce a Bienno. 

Il momento storico verrà celebrato alle 15 all’interno della biblioteca, dove sindaco e amministrazione saluteranno, simbolicamente, la cittadinanza composta complessivamente da 400 persone. Non tutti ovviamente sono contenti - basti pensare che il referendum ha visto la vittoria del “sì” per soli 11 voti di distacco - ma molti ritengono sia la giusta strada da percorrere per portare un po’ di vitalità al borgo, anche perché Bienno riceverà dallo Stato, a titolo di incentivo, 400mila euro all’anno per 10 anni. 

Dal punto di vista pratico cambierà ben poco ai 400 residenti di Prestine, se non che alla scadenza dei documenti vedranno aggiornata la loro residenza. Il prossimo 5 giugno i cittadini saranno chiamati ad eleggere il nuovo sindaco, il primo della nuova unione; a Prestine spetterà di diritto un assessore ad hoc. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

  • Tragico infortunio mentre lavora nel bosco, muore papà di tre bimbi piccoli

  • Esce di casa e scompare: ore d'ansia per un bimbo di 10 anni

  • Stroncata dalla malattia, muore madre di famiglia: lascia marito e figlie

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

Torna su
BresciaToday è in caricamento