Furto in hotel: titolare esasperata, i ladri finiscono su Facebook

Un doppio fermo immagine delle videocamere di sorveglianza postato su Facebook: ladri in azione all'Hotel Bogliaco di Gargnano, dove hanno portato via biciclette, monetine, bottiglie e una vecchia telecamera

Un fermo immagine finito su Facebook

Due biciclette, gli spiccioli sul tavolo della reception, una vecchia telecamera per VHS, alcune bottiglie di alcolici. Il non troppo ricco bottino di una coppia di malviventi (uno all’interno e un complice fuori) che si sono introdotti nella notte di lunedì all’Hotel Bogliaco di Gargnano. L'ennesimo furto in pochi mesi.

Secondo la titolare Noemi Zanini, non si sarebbe trattato di professionisti, ma di gente in cerca di qualcosa con cui sopravvivere. Ha comunque deciso di postare su Facebook alcuni fermo immagine delle telecamere di videosorveglianza, con la speranza che dal web qualcuno possa riconoscerli.

Oltre a questo, ovviamente, anche la denuncia ai Carabinieri. Solo uno dei due sarebbe comunque entrato in albergo: ha raggiunto il ripostiglio interno, quasi a colpo sicuro, ha tranciato i lucchetti che bloccavano le due biciclette 'parcheggiate'.

E non è il primo furto della stagione: qualche mese fa i ladri erano entrati in varie stanze, fino a raggiungere la cucina da dove avevano fatto razzia di dolci, e in particolare di tiramisù. Ora un paio di post su Facebook: e non sia mai che qualcuno, quel balordo, lo possa identificare davvero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento