rotate-mobile
Cronaca

Dorme nell'area di sosta, intanto gli rubano tutto il gasolio dal serbatoio

Accusato per il furto un giovane uomo di 35 anni

Lo hanno visto nel pieno della notte mentre correva nei campi adiacenti all’autostrada, con due taniche in mano e si dirigeva verso una vettura nascosta tra la sterpaglia. Un comportamento che non poteva non insospettire i carabinieri del Radiomobile di Peschiera del Garda, che lo hanno raggiunto e tratto in arresto per tentato furto di gasolio. 

Erano circa le 3 della scorsa notte, scrivono i colleghi di Veronasera, e i militari stavano transitando da Cavalcaselle a Castelnuovo del Garda, lungo la strada parallela all'A4, quando hanno notato l'uomo che, dopo aver lanciato un oggetto nella vicina sterpaglia, con due grosse taniche nelle mani si è diretto a gambe levate verso una vettura posteggiata poco distante e parzialmente nascosta dalla vegetazione. I carabinieri lo hanno raggiunto immediatamente e gli hanno sbarrato la strada per impedirgli di allontanarsi con la macchina, della quale si era già messo al volante. 

Il controllo eseguito a bordo del veicolo ha consentito alle forze dell'ordine di appurare che, al suo interno, vi erano custodite 10 taniche contenenti gasolio per circa 250 litri, appeni sottratti dal serbatoio di un autoarticolato in sosta in un'area della vicina autostrada, parcheggiato in prossimità del campo dove l'uomo era stato visto correre. 

Ispezionando immediatamente il mezzo pesante, i militari hanno accertato che il tappo del serbatoio era stato forzato. Il conducente, che stava dormendo a bordo del veicolo, alla richiesta di verificare la presenza del carburante ha confermato che da uno dei due serbatoi mancavano circa 250 litri di gasolio. 

L'individuo fermato, un cittadino romeno di 35 anni con precedenti di polizia per analoghi reati, è stato quindi condotto al comando della compagnia di Peschiera, dove è stato dichiarato in arresto una volta concluse le formalità di rito. Il pm di turno ha disposto che il soggetto fosse trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma in attesa del processo per direttissima, che si è concluso mercoledì con la condanna a 2 mesi e 20 giorni di reclusione, con pena sospesa: il 35enne ha ammesso le sue responsabilità e chiesto il patteggiamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dorme nell'area di sosta, intanto gli rubano tutto il gasolio dal serbatoio

BresciaToday è in caricamento