Cronaca San Bartolomeo / Via Campane

San Bartolomeo: scoperchiate 5 tombe, rubati oro e gioielli

Presi di mira i defunti della famiglia rom Campos: "Ci sono molti razzisti e guarda caso poi ci succedono queste cose"

La Polizia locale sul luogo del furto — Copyright © Bresciatoday.it

BRESCIA. Scoperchiate e spogliate 5 tombe della famiglia rom Campos, che vive nella zona di Rezzato. È successo nella notte tra mercoledì e giovedì al cimitero di San Bartolomeo, in via Campane. Indagano Polizia locale e Questura.

I ladri sono andati a colpo sicuro. Chi ha fatto irruzione, sapeva benissimo cosa cercare e dove trovarlo. Gioielli e monili d'oro, che si mettono nei feretri e accompagnano l'ultimo viaggio dei defunti, come vuole la tradizione Rom. Ad essere scoperchiate, profanate e saccheggiate non sono state dunque tombe qualsiasi. Della quarantina di loculi della famiglia Campos ospitati dal cimitero cittadino, sono stati presi di mira quelli della regina Anna, dei suoi nipoti e della nuora.

Meno probabile, per i militari, l'ipotesi di una vendetta o di un regolamento di conti tra clan. I profanatori volevano l'oro. Non esclude la pista dell'odio razziale Paolo Campos, nipote della defunta regina, che insieme a una cinquantina di persone è accorso al cimitero, per il riconoscimento delle salme e per fare la lista dei preziosi rubati: "Non sanno contro chi si sono messi! - esordisce secco e minaccioso -. In tanti c'è l'hanno con noi nomadi, ci sono molti razzisti e guarda caso poi ci succedono queste cose...".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Bartolomeo: scoperchiate 5 tombe, rubati oro e gioielli

BresciaToday è in caricamento