Benzinai rapinati: caccia grossa alla "banda dell’aspirapolvere"

Un gruppo di malviventi che agisce di notte e colpisce i benzinai: tre tentativi a Desenzano, un altro a Montichiari. La Polizia di Stato indaga sulla banda dell'aspirapolvere

Ci hanno provato ben quattro volte, gli è andata bene soltanto in un’occasione. Ma le telecamere di videosorveglianza li hanno filmati in tutto e per tutto: e tocca dunque al Commissariato di Polizia di Desenzano cercare di risalire al gruppo di malviventi che ha agito nelle ultime notti, e che in molti chiamano la “banda dell’aspirapolvere”.

Mai nome in effetti fu più azzeccato: armati di un vero e proprio aspiratore, colpiscono i benzinai all’orario di chiusura cercando di recuperare le banconote della cassa automatica esterna. Un escamotage che non sempre funziona: per tutelarsi dal rischio di rapina infatti sono parecchi i gestori delle pompe di benzina che quelle casse le svuotano.

E’ successo così per tre tentativi su quattro. L’ultimo dei quali, il distributore Esso di Via Mantova a Montichiari, potrebbe risultare decisivo per il risolversi delle indagini, grazie proprio alle immagini delle telecamere.

Malviventi in azione anche a Desenzano, dove la “banda dell’aspirapolvere” si è vista in azione in Via Mantova alla Shell, in Via Dal Molin alla Esso e alla BP di San Pietro. Per fortuna, almeno stavolta, senza successo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento