Cronaca

Quattro furti al giorno, 120 al mese: presa la banda dei cileni

In poco meno di un mese hanno ripulito 120 abitazioni, colpendo in sei diverse province, da Bergamo a Milano, da Pavia a Varese. Tre di loro sono stati arrestati a Capriolo, in flagranza di reato

Una banda di professionisti del furto, che in poco più di un mese è riuscita a mettere a segno ben 119 colpi, muovendosi agilmente attraverso sei province del Nord Italia: Bergamo, Brescia, Lodi, Milano, Pavia e Varese. Una banda che in pochissimo tempo è riuscita ad accumulare una refurtiva considerevole, valutabile in decine e decine di migliaia di euro: oro e gioielli (in tutto quasi dieci chili!), orologi tra cui svariati Rolex, cellulari e tablet, televisori e computer, oggetti da collezione.

Sono stati arrestati, tutti e sei: ancora giovanissimi, di età compresa tra i 19 e i 24 anni, di nazionalità cilena ma residenti a Cinisello Balsamo, a due passi dalla Grande Città. Finiti in manette a seguito di un’operazione di polizia e carabinieri ‘inaugurata’ quasi in concomitanza con il susseguirsi dei primi furti, nelle prime settimane.

Partita da Pavia e arrivata fino a Brescia, o meglio a Capriolo, dove i primi tre sono stati colti in flagranza di reato, e immediatamente arrestati. Agli arresti è seguita la perquisizione in casa, a dirla tutta un vero e proprio ‘covo’, dove oltre alla preziosa refurtiva sono stati rinvenuti attrezzi da scasso d’ogni tipo, oltre che agli altre tre ricercati, in carne e ossa.

Sono stati trasferiti al carcere di Brescia, in attesa di un processo che in tempi brevi arriverà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro furti al giorno, 120 al mese: presa la banda dei cileni

BresciaToday è in caricamento